Carrello

Un libro speciale, scritto con l’autorizzazione della Marina Militare e del Comando Operativo Interforze, racconta il dietro le quinte del difficile e rischioso lavoro degli Incursori.

La Spezia, 2 luglio 2020 – Dietro lo pseudonimo di Mario Chima, si cela un sottufficiale della Marina Militare in servizio presso il Comando Subacqueo Incursori “Teseo Tesei” delle Grazie. Che cosa significa far parte di queste forze speciali? Cosa si affronta in missione? Quali sono le sfide più grandi, fisiche e mentali? Tante domande, che nella maggior parte delle volte non trovano risposta: avvolti nel mistero, dato l’alone di segretezza necessario per portare avanti operazioni rischiose e riservatissime, gli incursori sono quasi delle figure mitologiche, caratterizzate da eccezionali capacità strategiche, forza, coraggio e resistenza. CONTINUA…

Leave a Reply