Carrello

News

Posidonia oceanica

By 31 Marzo 2017 No Comments

La Posidonia oceanica è una pianta, che a dispetto di quanto dice il nome, abita esclusivamente il Mar Mediterraneo. II nome di questa fanerogama marina, deriva da Posidone, una delle più importanti divinità mediterranee. E’ una vera pianta, provvista di radici, fusto, foglie, fiori e frutti. La Posidonia oceanica e le sue praterie rivestono un’enorme importanza per la vita del mare.

La Posidonia oceanica è una pianta evoluta, simile alle graminacee terrestri, facente parte della famiglia delle Fanerogame. Si presenta con verdi foglie nastriformi, lunghe fino a un metro, unite in fasci. e forma estese praterie, colonizzando soprattutto i fondi sabbiosi a cui aderisce sviluppando robusti rizomi. Vive normalmente tra 1 e 30 metri circa di profondità, arriva ai 40 metri solamente in acque molto limpide, in quanto è strettamente condizionata dalla presenza della luce. Può vivere entro un discreto campo di temperature (da 10°C a 28°C circa), mentre è poco tollerante nei confronti delle variazioni di salinità, per cui è assente alle foci dei fiumi e nelle lagune salmastre costiere. Il tipo di fondo più colonizzato da questa pianta è quello sabbioso, anche se si fissa di frequente su detriti di origine biologica che, sommati ai sedimenti, costituiscono una struttura compatta e resistente chiamata, con termine francese, “matte” e su roccia. Le praterie di P. oceanica hanno un ruolo fondamentale nell’ecosistema del bacino mediterraneo. In primo luogo è uno dei produttori primari di ossigeno (circa 14l/mq/anno) e di sostanze organiche (circa 20 t/ha/l’anno), inoltre è fondamentale per la sopravvivenza di numerose specie di pesci, molluschi, echinodermi e crostacei, costituendo il riparo ideale per questi organismi marini che trovano tra le sue fronde, condizioni ottimali per la riproduzione e l’alimentazione, parte della quale è costituita dalle foglie stesse della pianta e dagli “epifiti”” che vivono adesi ad esse e ai rizomi.
Foglie e fusti. A partire dall’autunno fino a tutta la stagione estiva

Leave a Reply