Carrello

Genova. Tutto fa pensare che possa essere lei, la leggendaria “Santo Spirito e Santa Maria di Loreto”, una nave mercantile ragusea naufragata durante una libecciata il 29 ottobre 1579 nel mare di Camogli, tra punta Chiappa e la chiesa di San Nicolò di Capodimonte. In quel periodo c’era la peste e per quel motivo era rimasta a lungo nel porto di Genova. Lo scorso febbraio, pochi giorni prima che iniziasse l’emergenza coronavirus (strane coincidenze), due subacquei professionisti si sono imbattuti a 50 metri di profondità in quello che potrebbe essere il suo relitto. 

Ad annunciare l’eccezionale ritrovamento, trascorsi i mesi del lockdown, è stata oggi la Soprintendenza dei beni culturali della Liguria che ha coordinato le prime operazioni insieme ai Carabinieri subacquei e al comando tutela patrimonio culturale. Si tratta della prima nave di quell’epoca mai ritrovata in Italia. continua…

Leave a Reply